La malasanità  è purtroppo un fenomeno molto sviluppato in tutta l’Europa
dove è comunemente definita malpractice

La malasanità  è purtroppo un fenomeno molto sviluppato in tutta l’Europa dove è comunemente definita malpractice; i casi dovuti ad errori spesso causati dalla non conoscenza o non applicazione delle evidenze scientifiche, da scarsa competenza e da distrazione sono sempre più numerosi. Secondo gli indicatori dell’Institute of Medicine (IOM) negli Stati Uniti si stima che le morti che si verificano in ospedale a causa di errori sia tra le 44.000 e le 98.000 unità  all’anno. Il Regno Unito ha preso coscienza del problema quando il National Health Service ha dovuto sostenere aumenti del 50% dei costi sanitari dovuti prevalentemente ai risarcimenti danni ai pazienti.
In questo terzo millennio la sfida sarà  affrontare la richiesta di assistenza sanitaria sempre maggiore con Professionisti della Salute ben istruiti e ben organizzati, al fine di ridurre la malpractice e le morti nonché il conseguente aumento dei costi delle assicurazioni professionali.

In questo contesto, rappresento la professionista chiamata a svolgere nelle cliniche, negli ospedali e nei consultori attività  di monitoraggio, studio, supervisione dell’attività  di medici, ostetriche e del team di reparto e/o chirurgico, per individuare eventuali profili di responsabilità  e quindi supporto il cambiamento nei sanitari, al fine di prevenire comportamenti clinici di malpractice!
Sono consulente per professionisti e strutture anche complesse, al fine di produrre organizzazioni conformi a modelli Best Practice.

Contatto: