L’ostetrica legale e forense è una professionista che deve conoscere il sistema giuridico penale e civile; avere strumenti di comprensione, di valutazione e di accertamento legale e forense; essere in grado di sviluppare e trasmettere la cultura clinica-forense in un’ottica interdisciplinare.


Competenze:

  • assistere e gestire pazienti con problematiche di dipendenza da alcool, droghe o farmaci
  • educare ed informare in ambito sanitario a vari livelli, con particolare riferimento al mondo scolastico nell’ottica della prevenzione dall’utilizzo di sostanze psicotrope e dell’esercizio della sessualità
  • educare ed informare in ambito scolastico su aspetti clinici, etici e giuridici riguardanti i temi dei trapianti e della donazione di organi
  • svolgere perizie, consulenze tecniche d’ufficio e di parte, pareri tecnici in relazione ad aspetti sanitari di rilievo processuale (es. richieste di risarcimento; rapporti con l’utenza; situazioni critiche che di volta in volta si presentano nella quotidiana vita di reparto a mezzo reperibilità telefonica diurna di un medico-legale; responsabilità professionale; idoneità professionale)
  • effettuare monitoraggio, studio e valutazione della Malpractice
  • collaborare con il medico legale
  • gestire il rischio clinico (Risk Management) per le competenze specifiche e studiare la letteratura rispetto all’errore (per negligenza, ignoranza, imperizia, violazione delle Linee Guida, a causa di stress, eccessivo carico di lavoro, inadeguatezza tecnologica e strumentale, scarsa comunicazione tra operatori, assenza di supervisione, altro)
  • effettuare consulenza sindacale a colleghi, in collaborazione con avvocati, studi legali, sindacati
  • effettuare formazione di base e specializzante: educazione al percorso della cultura clinico-forense